Da quest'anno i nostri studenti avranno la possibilità di partecipare a percorsi extracurricolari di Debate, curati dalla professoressa Francesca Vailati. Dal 20 al 23 gennaio 2017, 8 studenti parteciperanno al training intensivo a Santa Caterina del Sasso per prepararsi alle olimpiadi di Debate che si terranno a settembre. 

 

Il Debate è stato individuato dal Ministero dell’Istruzione, all’inizio di quest’anno scolastico, come una delle attività innovative ad alto valore formativo da diffondere e sostenere tra gli studenti e i docenti delle scuole italiane.

Il Tosi, che ha introdotto il debate a partire dagli anni novanta e dal 2012 è capofila della Rete Wedebate, è stato incaricato dall’Ufficio Scolastico Regionale della Lombardia di organizzare la formazione tra le scuole della nostra Regione.

La formazione inizia lunedì 9 gennaio e continuerà per tutto il mese di gennaio.

Coinvolge 26 scuole della Regione e si  svolgerà a Santa Caterina del Sasso in Leggiuno, presso la Villa Bassetti, che da mesi  sta diventando un vivace centro  di formazione e di innovazione grazie all’impegno della Provincia,  alla lungimiranza della Fondazione Giuseppe Merlini e del suo Presidente, il professor Benedetto Di Rienzo, e al contributo della nostra scuola.

La formazione verterà su tutti gli aspetti del Debate: il Public Speaking, la ricerca documentale e il debate vero e proprio.

Alla Formazione partecipano studenti e docenti insieme provenienti da tutta la Lombardia:  saranno introdotti, in inglese,  al debate dalla dott.ssa Bojana Skrt, della Società di Debate Za in Proti di Lubjana; le esercitazioni di Public Speaking saranno tenute da ex studenti ormai esperti, Valentina Zappavigna e Michele Tovaglieri; le attività di ricerca documentale saranno guidate dal prof. Giangrande di ProVersi, una società specializzata nel settore.

Una sezione particolare sarà dedicata a una formazione di alto livello per docenti e studenti della Rete Wedebate, esperti perché già formati in questi anni, e che, guidati dalla dott.ssa Skrt, si apprestano a diventare essi stessi formatori, i primi in Italia, per essere a disposizione delle scuole.

Il Ministero, infatti, per il prossimo settembre prevede le prime Olimpiadi Italiane di Debate che saranno organizzate dalla nostra scuola in collaborazione con la Fondazione Giuseppe Merlini.

La formazione si avvarrà di tecniche e metodologie innovative e intende fare vivere agli studenti e ai docenti partecipanti un’esperienza formativa basata sul confronto e lo scambio di buone pratiche finalizzate al saper dibattere (debate).

Sviluppare il pensiero critico; promuovere la consapevolezza culturale e l’autostima; affinare le proprie tecniche di presentazione, sapere strutturare un discorso e sostenere le proprie argomentazioni; ricercare e selezionare le fonti; essere cittadini consapevoli ed informati sono solo alcuni tra gli obiettivi chiave del laboratorio proposto.

Il pensiero critico non è importante solo nel debate, ma è una competenza trasversale capace di favorire lo sviluppo di capitale umano qualificato, aiuta a rispondere meglio alle domande, valutare le risposte, avere una mente aperta, saper analizzare e riconoscere il contesto e prendere decisioni migliori.

Le competenze che verranno raggiunte permettono a tutti di esprimere prospettive e punti di vista, all’interno di regole che fanno dell’argomentazione il linguaggio di una società democratica, promuovono e mettono in luce il potenziale personale di ciascun studente.

Il Debate, infatti, è soprattutto un esercizio di democrazia e prevede anche che i debater conoscano e rispettano il Codice del Debater, diffuso nei club internazionali.

Un’esperienza ricca e unica perché unisce studenti e docenti di scuole diverse per ordinamento e perché è una modalità di apprendimento fuori scuola che stimola a riportare in aula modi diversi di lavorare insieme. E da questo punto di vista le strutture di Santa Caterina del Sasso sono un luogo che favorisce la condivisione, la riflessione, la creatività.