SCAVI ARCHEOLOGICI

Dall'anno scolastico 2015/2016 il Liceo Classico Tito Livio offre agli studenti l'opportunità di seguire percorsi qualificati di carattere archeologico all'interno dell'alternanza scuola-lavoro. Si propone la partecipazione a campagne di scavo archeologico e ad attività di laboratorio archeologico in collaborazione con il Gruppo Archeologico Valle dello Jato, il Gruppo Archeologico Romano e il Gruppo Archeologico Ambrosiano. Referente del progetto e accompagnatrice alle campagne di scavo è la prof.ssa Maria Basile.

I periodi proposti per l'alternanza sono due all'anno: il primo durante i mesi di febbraio/marzo per 15 giorni consecutivi e il secondo alla fine delle lezioni nei mesi di giugno e luglio.

Finalità

- Sviluppo di una maggiore sensibilità nei confronti dello studio del passato e della valorizzazione delle nostre radici

- Ampliamento della conoscenza del patrimonio storico-artistico del territorio italiano

- Sensibilizzazione alla protezione e alla tutela dei beni culturali

Obiettivi

- Conoscere il significato della ricerca archeologica e del lavoro dell’archeologo

- Apprendere  strumenti utili alla ricostruzione del passato

- Approfondire alcuni aspetti storico-artistici in relazione al territorio in cui si vive

- Sviluppare capacità relazionali attraverso un intenso percorso condiviso con i compagni, alcuni docenti e archeologi specializzati

Attività

 La prima campagna di quest'anno scolastico 2016/2017 è inziata il 26 febbraio 2017 nella valle dello Jato e si è conclusa l'11 marzo. I ragazzi sono stati impegnati in attività di ricognizione, rilievo e disegno archeologico, catalogazione dei materiali. A conclusione dell'attività hanno prodotto un poster che descrive le cavità ipogee in Contrada Raitano (v. poster allegato).

La seconda campagna, sempre nella valle dello Jato (giugno2017), è stata invece dedicata allo scavo al Castellazzo, all'interno del parco archeologico. Come sintesi dell'esperienza è stata realizzata una presentazione (in allegato)

Tutte le attività a cui i ragazzi hanno partecipato sono state organizzate e seguite da Antonio Alfano (direttore del Gruppo Archeologico Valle dello Jato e dello scavo), Gabriele D'Amico, Giuseppe Scuderi.

 


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.